top of page
  • marvintoledo

Tipi Di Carburante Per Navi Portacontainer E Aeroplani: Verso Un Futuro Più Sostenibile?

Aggiornamento: 9 mag



L'importanza dei carburanti nel trasporto marittimo e aereo è innegabile nel contesto del commercio internazionale. Questi settori sono pilastri fondamentali che guidano le catene di approvvigionamento globali, facilitano lo scambio di merci e collegano le economie di tutto il mondo. Tuttavia, questa vitalità è accompagnata da significativi problemi, principalmente legati all'inquinamento ambientale.


Il trasporto marittimo è la spina dorsale del commercio internazionale e dell'economia globale, poiché oltre l'80% del volume del commercio di merci viene effettuato per mare. Allo stesso modo, consente il trasporto di un volume maggiore di merci su distanze maggiori rispetto a qualsiasi altro mezzo di trasporto. Tuttavia, le navi portacontainer rilasciano annualmente un miliardo di tonnellate di CO2 nell'atmosfera. A tal proposito, secondo Deutsche Welle (DW), il trasporto marittimo è responsabile di circa il 03% delle emissioni annuali globali e, se fosse un paese, sarebbe tra i 10 più inquinanti al mondo.


D'altra parte, il trasporto aereo consente viaggi rapidi e convenienti, facilitando la crescita economica, il commercio e gli investimenti. La connettività fornita da questo mezzo permette il dinamismo delle catene di approvvigionamento globali; tuttavia, nel 2022, l'aviazione ha rappresentato il 02% delle emissioni globali di CO2, secondo l'Agenzia Internazionale dell'Energia, crescendo più rapidamente rispetto ai trasporti ferroviari e su strada negli ultimi decenni.


Tipi di carburante per navi portacontainer

Les navires porte-conteneurs utilisent divers types de carburants, notamment :


  • Fioul lourd (HFO) : Il s'agit du type de carburant le plus couramment utilisé pour lOlio combustibile pesante (HFO): Questo è il tipo di carburante più comunemente usato per le navi commerciali e consiste in un olio spesso e viscoso prodotto dal petrolio greggio. L'HFO ha un alto contenuto energetico, rendendolo ideale per navi grandi e ad alta potenza; tuttavia, produce anche elevati livelli di emissioni di gas serra e inquinanti come zolfo e ossidi di azoto.

  • Olio combustibile marino (MGO): Questo è un tipo di carburante più pulito dell'HFO, essendo un prodotto distillato dal processo di raffinazione del petrolio. Anche se è più costoso e ha una densità energetica più bassa, produce significativamente minori emissioni di gas serra e altri inquinanti.

  • Gas Naturale Liquefatto (LNG):  L'uso di LNG come carburante per questo trasporto sta aumentando la sua presenza anno dopo anno, costituendo una buona alternativa grazie alla sua natura non inquinante, che promuove la transizione verso una mobilità più pulita e sostenibile; tuttavia, l'LNG è più costoso dell'HFO e richiede serbatoi speciali per lo stoccaggio.

  • Biocarburanti: Questi sono carburanti rinnovabili ottenuti da risorse naturali o rifiuti organici, sia animali che vegetali. Tra i vantaggi più notevoli dei biocarburanti vi è la loro capacità di ridurre le emissioni inquinanti, e a differenza dei carburanti fossili e del gas naturale liquefatto, questi sono una fonte di energia rinnovabile.

  • Elettricità: L'elettricità è un'opzione di carburante pulita che non genera emissioni di gas serra. Tuttavia, le navi portacontainer elettriche sono ancora nella fase di sviluppo e non sono ancora economicamente commercialmente sostenibili.


Tipi di carburante per aeromobili

I carburanti per l'aviazione sono utilizzati per la propulsione degli aeromobili e all'interno di questi possiamo distinguere tre tipi:


  • Carburante per jet: il carburante più comune per gli aeroplani. Si tratta di un carburante fossile derivato dal petrolio grezzo e raffinato. È generalmente usato nei motori a turbina (motori a getto e turboeliche); tuttavia, essendo un carburante fossile, ci si aspetta che il carburante per jet diventi più costoso nel lungo termine.

  • Bio-cherosene: un carburante prodotto da fonti rinnovabili come oli vegetali, grassi animali o rifiuti. L'industria dell'aviazione sta testando questo carburante da diversi anni su numerosi voli di prova con l'obiettivo di fornire un'alternativa al carburante per jet.

  • Idrogeno: un carburante pulito che non produce emissioni di gas serra. È una fonte di energia pulita ed efficiente per gli aeromobili, senza le emissioni dei carburanti per l'aviazione tradizionali; tuttavia, il suo utilizzo in questo settore è ancora nella fase di sviluppo, e ci sono alcune barriere da superare, come lo stoccaggio sull'aeromobile stesso o presso le strutture aeroportuali. L'idrogeno presenta le seguenti sfide: la sua bassa densità, che rende difficile stoccarlo in modo compatto poiché richiede grandi contenitori per contenere una quantità significativa di carburante; alta reattività, poiché è altamente reattivo e può facilmente combinarsi con altri elementi, portando a reazioni indesiderate; e il costo di immagazzinare idrogeno in modo sicuro ed efficiente è elevato a causa delle attrezzature specializzate e delle infrastrutture richieste.


Iniziative green per ridurre le emissioni di gas serra

La lotta contro il cambiamento climatico è una sfida per tutti, e chiaramente anche per le industrie del trasporto. A tal proposito, di seguito sono riportate alcune iniziative che aiuteranno sia il trasporto marittimo che quello aereo a ridurre le loro emissioni di carbonio.


  • Sviluppo di carburanti più puliti, come biocarburanti e idrogeno: Lo sviluppo di carburanti alternativi ai carburanti fossili, come biocarburanti e idrogeno, ha il potenziale per ridurre significativamente le emissioni di gas serra dalle industrie dell'aviazione e marittime; tuttavia, è necessario che il loro costo non sia elevato e che siano efficienti al fine di renderli accessibili.

  • Miglioramento dell'efficienza dei motori: Migliorare l'efficienza dei motori può ridurre il consumo di carburante del 3% al 4%, aumentando così l'efficienza del carburante. Questo è particolarmente vantaggioso quando si considera un passaggio a carburanti alternativi più costosi o una conversione del carburante. Ridurrà sia il consumo di carburante che le emissioni di gas serra. A tal proposito, le compagnie aeree e i produttori di navi comprendono che aumentare l'efficienza del carburante è fondamentale per ridurre le emissioni. Per questo motivo, stanno esplorando nuovi design, materiali e tecnologie che aumenterebbero in modo sostenibile l'efficienza del carburante attraverso il miglioramento del motore.

  • Utilizzo delle tecnologie di cattura e stoccaggio del carbonio (CCS):  La cattura e lo stoccaggio del carbonio è un metodo per ridurre le emissioni di carbonio che è fondamentale per affrontare il problema del riscaldamento globale. È un processo in tre fasi che coinvolge la cattura dell'anidride carbonica prodotta dalla generazione di energia, il suo trasporto e infine il suo stoccaggio sotterraneo.



In conclusione, il trasporto marittimo e aereo sono vitali per il commercio internazionale; tuttavia, generano significative emissioni di CO2 a causa dei carburanti che utilizzano. Le navi portacontainer utilizzano principalmente olio combustibile pesante e gas naturale liquefatto (LNG), rendendo necessario rivolgersi a alternative più pulite come i biocarburanti per ridurre le loro emissioni di carbonio. Nell'aviazione, il carburante per jet è comune, ma si stanno cercando alternative come il bio-cherosene e l'idrogeno, anche se quest'ultimo affronta sfide tecniche e di costo. A tal proposito, per affrontare la sfida del cambiamento climatico, l'industria del trasporto ha proposto alcune iniziative green, tra cui lo sviluppo di carburanti più puliti, miglioramenti nell'efficienza dei motori e l'utilizzo delle tecnologie di cattura e stoccaggio del carbonio.


Considerando il progresso inevitabile della transizione energetica verso fonti meno inquinanti e neutrali in CO2, le industrie marittime e aeree non possono rimanere indietro. Diversi fattori stanno spingendo queste industrie verso l'adozione di carburanti verdi allineati agli obiettivi del 2050 dell'IMO, come le pressioni regolatorie dall'Unione Europea e dall'Organizzazione Marittima Internazionale e le richieste da parte di enti finanziari e clienti finali che preferiscono sempre più le aziende che contribuiscono a ridurre l'impronta di carbonio. A tal proposito, il futuro dei carburanti nel trasporto marittimo e aereo sembra essere orientato verso fonti di energia rinnovabile, dipingendo una prospettiva positiva per l'efficienza e la competitività di queste industrie e per l'ambiente.


Comments


GET IN TOUCH

Get the Ball Rolling!

A global network, potential savings, a tricky logistic situation that you just can’t solve -Send us a message and we’ll respond within 48 hours of receiving your inquiry.
Connect with us

CONNETTITI CON NOI

Fai partire la palla!

Un nuovo luogo di approvvigionamento? Sei alla ricerca di potenziali risparmi? Una situazione logistica complicata che non riesci a risolvere? Inviaci un messaggio e ti risponderemo entro 48 ore dalla ricezione della tua richiesta.
bottom of page